Home  | Notizie
Studenti, imprese, innovazione: un ponte tra Paesi

 

La condivisione delle idee, la necessità dei Paesi di proseguire la collaborazione ha evidenziato la possibile opportunità di una continuazione del progetto Wobuvet iniziato tre anni fa, ma con delle visioni più ampie e nitide per l'attuazione di un piano di sviluppo transnazionale. L'ambizione è di presentare alla Comunità Europea un progetto allargato, dove integrare nuove realtà economico-produttive, scolastiche, così da sostenere una cooperazione efficace tra popoli europei, per aprire opportunità di sviluppo per aziende e per giovani studenti in corso di formazione oltre a solide basi europee per nuove opportunità commerciali.

Di tutto ciò ha discusso nei giorni scorsi il team del progetto "Wobuvet", durante l’ultimo meeting svoltosi a Ploiesti (Romania), promosso dalla Comunità Europea, nell'ambito del programma Erasmus plus. Presenti come partner le camere di commercio della Boemia, della Romania e quella di Fermo, rappresentata dalla delegazione composta dal segretario generale Domenico Tidei, dal consigliere Giancarlo Fermani, da Andrea Marsili referente della Cooperativa di valorizzazione del territorio Tu.Ris.Marche e da Cristina Corradini, dirigente scolastico dell'Itet Carducci-Galilei, per la specifica offerta formativa dell’istituto rappresentano, legata allo studio dell’economia aziendale anche in ambienti internazionali.

"Quest'ultimo meeting fa seguito alla visita dei partner a Fermo avvenuta a metà giugno - è il commento della delegazione fermana -, quando oltre ad aver lavorato sulla realizzazione di un sito internet e ad un manuale sullo scambio di buone pratiche economiche, hanno avuto l'opportunità di conoscere l'innovazione in ambito industriale, apprezzare il territorio, attraverso un educational tour organizzato ad hoc da Tu.Ris.Marche. Dal 2016, i partner del progetto con puntuali appuntamenti organizzati nei diversi paesi europei, si sono visti intorno allo stesso tavolo, uniti da temi legate all’internazionalizzazione, all’innovazione tecnologica e digitale, all'orientamento al lavoro degli studenti. Sono stati trattati temi attuali, concreti e coerenti con i principali obiettivi e finalità del programma Europa 2020. Il gruppo di lavoro ha creato basi solide per lo sviluppo concreto, attraverso azioni di business e formative dagli incontri b2b a un coinvolgimento attivo degli studenti, attraverso percorsi di alternanza scuola-lavoro".

 

Testo tratto da: Corriere Adriatico

Foto tratte da: www.cronachefermane.it

 

RASSEGNA STAMPA (link agli articoli):