Home  | Didattica   | Lingue   | Lingua cinese
Corso di lingua cinese presso l'ITET Carducci-Galilei di Fermo

Lunedì 23 ottobre 2017 ricominciano le lezioni di lingua e cultura cinese per gli studenti dell’ITET "G.B. Carducci-G. Galilei" di Fermo.

Per il quinto anno consecutivo la scuola organizza il corso Chinese Experience Class in collaborazione con l’Istituto Confucio di Macerata, offrendo ai propri studenti una occasione unica per scoprire un mondo tanto distante geograficamente eppure sempre più vicino e presente nella nostra realtà.

Quest’ anno ci sono tre classi, a partire dal primo livello per i ragazzi del primo anno che si affacciano allo studio della lingua cinese per poi proseguire con i livelli più alti per gli studenti delle classi successive particolarmente motivati e interessati e che hanno già frequentato il corso negli anni scorsi, superando brillantemente l’esame di certificazione Youth Chinese Test di primo e secondo livello.

Il progetto si avvale della proficua collaborazione instaurata con l’Istituto Confucio dell’Università di Macerata che coordina le lezioni e supporta la didattica del corso, articolato in due ore settimanali per ciascuna classe, tenute da docenti altamente qualificate: una italiana, la Prof.ssa Sofia Vinciguerra ed un'insegnante cinese dell’Università Normale di Pechino.

Come negli anni scorsi, al termine delle lezioni, gli studenti potranno sostenere l’esame YCT Youth Chinese Test per la certificazione delle competenze acquisite, riconosciuto da Hanban, Ente del Ministero della Cultura cinese che si occupa della diffusione della lingua cinese nel mondo.

Il progetto, ambizioso e affascinante, contribuisce a caratterizzare l’Offerta Formativa della scuola che può così vantare la possibilità per i propri studenti di studiare fino a quattro delle cinque lingue straniere previste (inglese, spagnolo, francese, tedesco e cinese) e ottenere per esse certificazioni riconosciute ufficialmente. Il corso è ben integrato con gli insegnamenti curriculari, in particolare dei corsi Turismo e Relazioni Internazionali per il Marketing, e mira ad una sempre più ampia internazionalizzazione degli indirizzi di studio, così da favorire un percorso formativo completo in cui il profilo professionale competente e rispondente alle necessità del nostro tempo è affiancato da una coscienza civile sensibile e aperta.