Home  | Istituto   | Corsi
Descrizione Corsi

 INDIRIZZO
COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO

Il Diplomato nell'indirizzo "Costruzioni, Ambiente e Territorio".

  • ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell'utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell'organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonchè dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
  • ha competenze relative all'amministrazione di immobili.

  • E' in  grado di:
  • collaborare, nei contesti produttivi d'interesse, nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, operare in autonomia nei casi di modesta entità;
  • intervenire autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell'esercizio di organismi edilizi e nell'organizzazione di cantieri mobili, relativamente ai fabbricati;
  • prevedere, nell'ambito dell'edilizia ecocompatibile, le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell'ambiente, e redigere la valutazione di impatto ambientale;
  • pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro;
  • collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte.

Nell'opzione "Tecnologie del legno nelle costruzioni" il Diplomato ha competenze nel campo dei materiali utilizzati nelle costruzioni in pietra, legno e con tecniche di bioarchitettura; delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie del legno e dei centri di taglio a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni di carpenteria in legno; nell'impiego degli strumenti di rilievo; nell'impiego dei principali software per la progettazione esecutiva e il trasferimento dati ai centri a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni delle carpenterie in legno; nella stima di terreni, fabbricati, aree boscate e delle altre componenti del territorio, nonchè dei diritti reali che li riguardano, e allo svolgimento di operazioni catastali.

In particolare è in grado di:

  • esprimere capacità grafiche e progettuali con particolare riguardo alle ristrutturazioni delle antiche costruzioni in legno e alle nuove tecniche costruttive dei fabbricati improntati all'uso della pietra, legno, e con tecniche di bioarchitettura;
  • collaborare nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, con riguardo anche alla produzione di materie prime derivanti dall'utilizzo delle cave di pietra e del legno comprese le principali tecniche di esbosco,
  • intervenire, relativamente ai fabbricati, nei processi di conversione dell'energia e del loro controllo, anche nel settore della produzione di energia elettrica e termica dalle centrali a biomassa alimentate da scarti delle lavorazioni industriali del legno o dalle utilizzazioni boschive;
  • applicare conoscenze della storia dell'architettura in pietra e legno antesignana della bioarchitettura con residui di lavorazione nulli o completamente biodegradabili.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell'indirizzo "Costruzioni, Ambiente e Territorio", opzione "Tecnologie del legno nelle costruzioni" consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

  • Selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione.
  • Rilevare il territorio, le aree libere e i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazioni più adeguate ed elaborare i dati ottenuti.
  • Applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modeste entità improntati all'uso di pietra e legno, e con tecniche di bioarchitettura, in zone non sismiche, intervenendo anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell'edilizia.
  • Utilizzare gli strumenti idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi.
  • Tutelare, salvaguardare e valorizzare le risorse del territorio e dell'ambiente.
  • Compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all'edilizia e al territorio.
  • Gestire la manutenzione ordinaria e l'esercizio di organismi edilizi.
  • Organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.

l diploma consente l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.


 

Nell'articolazione "Geotecnico", il Diplomato ha competenze specifiche nella ricerca e sfruttamento degli idrocarburi, dei minerali di prima e seconda categoria, delle risorse idriche. Interviene, in particolare, nell'assistenza tecnica e nella direzione lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione.

Il diploma consente l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.

 

QUADRI ORARI

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI DEL BIENNIO

materie di studio

1  biennio

i

ii

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

4

4

LINGUA INGLESE

3

3

STORIA

2

2

MATEMATICA

4

4

DIRITTO ED ECONOMIA

2

2

SCIENZE INTEGRATE (Scienze della Terra e Biologia)

2

2

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

2

2

RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE

1

1

SCIENZE INTEGRATE: Fisica

3

3

  di cui in compresenza

2*

SCIENZE INTEGRATE: Chimica

3

3

di cui in compresenza

 2*

TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

3

3

di cui in compresenza

2*

TECNOLOGIE INFORMATICHE

3

-

di cui in compresenza

2

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE**

-

3

totale ore settimanali

32

32

* L'attività didattica di laboratorio caratterizza gli insegnamenti dell'area di indirizzo dei percorsi degli istituti tecnici; le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza degli insegnanti tecnico-pratici.
Le istituzioni scolastiche, nell'ambito della loro autonomia didattica e organizzativa, possono programmare le ore di compresenza nell'ambito del primo biennio e del complessivo triennio sulla base del relativo monte-ore.

** I risultati di apprendimento della disciplina denominata "Scienze e tecnologie applicate", compresa fra gli insegnamenti di indirizzo del primo biennio, si riferiscono all'insegnamento che caratterizza, per il maggior numero di ore, il successivo triennio.

 

 

COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO

materie di studio

2 biennio

5 anno

iii

iv

v

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

4

4

4

LINGUA INGLESE

3

3

3

STORIA

2

2

2

MATEMATICA

3

3

3

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

2

2

2

RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE

1

1

1

COMPLEMENTI DI MATEMATICA

1

1

-

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL'AMBIENTE DI LAVORO

2

2

2

PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI, IMPIANTI

7

6

7

GEOPEDOLOGIA, ECONOMIA ED ESTIMO

3

4

4

TOPOGRAFIA

4

4

4

totale ore settimanali

32

32

32

 

COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO: OPZIONE "TECNOLOGIE DEL LEGNO"

materie di studio

2 biennio

5 anno

iii

iv

v

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

4

4

4

LINGUA INGLESE

3

3

3

STORIA

2

2

2

MATEMATICA

3

3

3

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

2

2

2

RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE

1

1

1

COMPLEMENTI DI MATEMATICA

1

1

-

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL'AMBIENTE DI LAVORO

2

2

2

PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI, IMPIANTI

4

3

4

GEOPEDOLOGIA, ECONOMIA ED ESTIMO

3

3

3

TOPOGRAFIA

3

4

3

TECNOLOGIA DEL LEGNO NELLE COSTRUZIONI 4 4 5

totale ore settimanali

32

32

32

     di cui in compresenza con Laboratorio e reparti lavorazione del legno

17

10

 

GEOTECNICO

materie di studio

2 biennio

5anno

iii

iv

v

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

4

4

4

LINGUA INGLESE

3

3

3

STORIA

2

2

2

MATEMATICA

3

3

3

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

2

2

2

RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE

1

1

1

COMPLEMENTI DI MATEMATICA

1

1

-

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL'AMBIENTE DI LAVORO

2

2

2

GEOLOGIA E GEOLOGIA APPLICATA

5

5

5

TOPOGRAFIA E COSTRUZIONI

3

3

4

TECNOLOGIE PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE

6

6

6

totale ore settimanali

32

32

32

 



 

 INDIRIZZO
GRAFICA E COMUNICAZIONE

Il Diplomato nell'indirizzo "Grafica e Comunicazione"

  • ha competenze specifiche nel campo della comunicazione interpersonale e di massa, con particolare riferimento all’uso della tecnologia per produrla;
  • interviene nei processi produttivi che caratterizzano il settore della grafica, dell’editoria, della stampa e i servizi ad esso collegati, curando la progettazione e la pianificazione dell’intero ciclo di lavorazione dei prodotti.

E' in  grado di:
  • integrare conoscenze di informatica di base, di strumenti hardware e software grafici e multimediali, di sistemi di comunicazione di rete, di sistemi audiovisivi, fotografici, e di stampa;
  • utilizzare competenze tecniche e di sistema che possono rivolgersi:
    • alla programmazione ed esecuzione delle operazioni di prestampa e alla gestione e organizzazione di stampa e di post-stampa;
    • alla realizzazione di prodotti multimediali, alla realizzazione fotografica e audiovisiva, alla realizzazione e gestione di comunicazione in rete.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in "Grafica e Comunicazione" consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

  • progettare e realizzare prodotti di comunicazione fruibili attraverso differenti canali, scegliendo strumenti e materiali in relazione ai contesti d’uso e alle tecniche di produzione;
  • utilizzare pacchetti informatici dedicati;
  • progettare e gestire la comunicazione grafica e multimediale attraverso l’uso di diversi supporti;
  • programmare ed eseguire le operazioni inerenti le diverse fasi di processi produttivi;
  • realizzare supporti cartacei necessari alle diverse forme di comunicazione;
  • realizzare prodotti multimediali;
  • progettare, realizzare e pubblicare contenuti per il web;
  • gestire progetti e processi secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della sicurezza.

Il diplomato in Grafica e Comunicazione si propone con buone possibilità di inserimento professionale sul territorio, dove si collocano industrie grafiche, editoriali e delle nuove tecnologie della comunicazione.

Il diploma consente l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.


QUADRO ORARIO

materie di studio

1 biennio

2 biennio

V anno

i

ii

iii

iv

v

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

4

4

4

4

4

STORIA

2

2

2

2

2

LINGUA STRANIERA (INGLESE)

3

3

3

3

3

GEOGRAFIA GENERALE ED ECONOMICA

1

-

-

-

-

MATEMATICA

4

4

3

3

3

DIRITTO ED ECONOMIA

2

2

-

-

-

SCIENZE INTEGRATE (Scienze della Terra e Biologia)

2

2

-

-

-

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

2

2

2

2

2

RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA' ALTERNATIVE

1

1

1

1

1

SCIENZE INTEGRATE - Fisica

3

3

-

-

-

di cui in compresenza

2*

-

-

-

SCIENZE INTEGRATE - Chimica

3

3

-

-

-

di cui in compresenza

2*

-

-

-

TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONI GRAFICHE

3

3

-

-

-

di cui in compresenza

2*

-

-

-

TECNOLOGIE INFORMATICHE

3

-

-

-

-

di cui in compresenza

2*

-

-

-

-

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE

-

3

-

-

-

COMPLEMENTI DI MATEMATICA

-

-

1

1

-

TEORIA DELLA COMUNICAZIONE

-

-

2

3

-

PROGETTAZIONE MULTIMEDIALE

-

-

4

3

4

TECNOLOGIA DEI PROCESSI DI PRODUZIONE

-

-

4

4

3

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI

-

-

-

-

4

LABORATORIO TECNICO

-

-

6

6

6

TOTALE ORE SETTIMANALI

33

32

32

32

32


* L'attività didattica di laboratorio caratterizza gli insegnamenti dell'area di indirizzo dei percorsi degli istituti tecnici; le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza degli insegnanti tecnico-pratici.
Le istituzioni scolastiche, nell'ambito della loro autonomia didattica e organizzativa, possono programmare le ore di compresenza nell'ambito del primo biennio e del complessivo triennio sulla base del relativo monte-ore.